Un’italiana amante del verde a San Francisco

San Francisco - WanderGirls Italia
Quando ho scoperto che il mio sogno di vivere in America si sarebbe realizzato ero al settimo cielo.
Nuova vita, nuove avventure, nuova me. Come scegliere la città?
La verità è che non avevo dubbi. C’era qualcosa che mi portava sempre su San Francisco. Prima di decidere la città in cui trasferirsi la gente di solito la visita o si fa un giro, io sono andata al buio, sicura che fosse la cosa giusta. La scelta migliore di sempre. Ho provato a descriverla in poche parole un milione di volte in diverse telefonate Skype ( la domanda “e la città, come ti trovi?” arriva sempre), ma proprio non riesco. Pur di non rubare ore al mio interlocutore mi limito a dire “Bellissima, la adoro!”. Non è solo questo. San Francisco è gigante, la vivo e respiro da un mese e credo di non aver visto nulla. Non so come facciano a visitarla le persone che le concedono 3 o 4 giorni. Allo stesso tempo a volte sembra di essere in un paesino , la gente è cortese e ti saluta e sorride. Ti scalda il cuore. Non è una di quelle città turistiche in cui gli abitanti odiano i visitatori. E’ molto facile spostarsi, è molto facile perdersi. Ma cosa c’è di meglio da fare la domenica pomeriggio se non esplorare strade e percorrerle sperando che portino a qualcosa di meraviglioso? Ecco, a San Francisco quella cosa meravigliosa dietro l’angolo c’è sempre. Che sia l’oceano che compare da dietro gli alberi, una vista mozzafiato sulla città, le painted ladies, un murales bellissimo o semplicemente un target dopo una camminata di 50 minuti in salita senza una bottiglietta d’acqua perché doveva essere solo un “giretto”.
Insomma, San Francisco è piena di sorprese ed eccomi qua a descriverne qualcuna.
Una delle ragioni per le quali la amo è la sua grande offerta di zone verdi. Io ho sempre vissuto a Torino e ho sempre dato per scontato che in una città ci fossero tanti parchi , ma visitando diverse città mi sono resa conto che così scontato non è. Le zone verdi per me sono necessarie per prendere aria dopo una giornata di lavoro particolarmente stressante, per andare a correre (e risparmiare sull’abbonamento in palestra) e fare sport; per passare una giornata rilassante al sole oppure per scoprire e sentirsi un po’ avventurieri. Ecco perché ho deciso di parlare di parchi nel mio primo articolo, per la loro essenzialità e importanza in una città così grande che a volte può risultare soffocante. Sono qui da un mese e, quindi, non posso ancora parlare di ogni singolo parco presente in città, ma nelle domeniche di sole io e la mia compagna di viaggio ci dedichiamo alla scoperta e alle camminate e devo dire che ne abbiamo visto qualcuno. La città è piena di parchi. Ovunque tu vada troverai sempre del verde pronto ad accoglierti.
1. Golden Gate Park
Mi viene naturale iniziare dal Golden Gate Park.
Inizia nel cuore di Ashbury Haights, quartiere bellissimo e finisce nell’oceano. Sono circa due ore e mezza di camminata, ma quando vedrete l’oceano, sudati e pentiti della scelta, penserete “ne è valsa la pena”. All’interno del parco sembra di essere dentro una foresta, ci si dimentica della città. La domenica a partire dalle 12 fanno lezioni gratuite di Lindy Hop e vi consiglio caldamente di buttarvi. Painted_Ladies_San_Francisco_January_2013_002
2. Alamo Square Park
Alamo Square Park offre una vista meravigliosa: le Painted Ladies, una fila di case vittoriane dai colori pastello. Ogni parte del parco è perfetta per fare una foto con uno sfondo bellissimo e colorato. Mission_Dolores_Park,_San_Francisco Se volete rilassarvi e conoscere gente invece vi consiglio Dolores Park, fatto di colline, sole e buon umore. Nei weekend ci sono sempre delle ottime vibes e qualcuno che suona e intrattiene.
3. Glen Canyon Park
glen canyon San Francisco - WanderGirls italia
Il Glen Canyon Park è un’avventura per chiunque preferisca una buona camminata ad una giornata di relax. E’ immenso, pieno di sentieri e … canyon! Sono di parte, devo essere sincera, è proprio dietro casa mia e quando ho bisogno di uscire finisco sempre lì. E’ molto molto probabile vedere i coyote , ma non preoccupatevi… sono abituati alla gente!
4. Twin Peaks
Twin Peaks non è proprio un parco ma una vera e propria scalata. Pendenza altissima, scalini di legno ripidi… ma che vista! Si può osservare tutta la città. Unico problema? Il vento! Una delle volte in cui sono andata camminavo accovacciata per paura di cadere!
5. Lake Merced Park
Il Lake Merced Park è il posto ideale per quelle giornate in cui non avete voglia di fare nulla. Non c’è assolutamente nulla da fare se non sdraiarsi su un telo e godersi la natura. All’interno del parco ci sono due laghi immensi e bellissimi.
6. Presidio
La zona di Presidio offre parchi immensi con vista sul meraviglioso Golden Gate Bridge. La passeggiata ideale nei giorni senza nebbia inizia proprio dal ponte e percorre la costa fino ad arrivare a Crissy Field  e, per finire, al Palace of Fine Arts. Una meraviglia! A Presidio Trust, dove si trovail Walt Disney Family Museum, la domenica ci sono i food trucks con una selezione vastissimi di deliziosi cibi da gustare sul prato.
7. Walter Hass Playground
Il Walter Haas Playground non è un parco immenso o particolarmente interessante. Ma c’è una panchina con vista skyline di San Francisco che sbuca da dietro gli alberi che vi assicuro non vorrete perdervi!

Rispondi