L’Olanda e i tulipani in fiore

Quando si pensa all’Olanda nel nostro immaginario ci sono i Komplen (gli zoccoli olandesi), le casette storte che si affacciano su bellissimi canali, il formaggio, i mulini, le biciclette, ma soprattutto i Tulipani.

Sono stata in Olanda in diversi periodi dell’anno, ed è stato fantastico poter ammirare anche i canali di Amsterdam ghiacciati, dove le persone – con temperature gelide, inferiori ai meno 10 gradi – pattinavano felici. Personalmente non riuscivo a reggere un freddo così rigido.

L’estate invece, può essere una stagione abbastanza favorevole per visitare i Paesi Bassi, ma non in tutti i casi, come nell’estate 2018 dove le temperature hanno raggiunto i 37 gradi accompagnati da pioggia e acquazzoni.

Sono giunta alla conclusione che il miglior periodo in cui andare in Olanda è la primavera, soprattutto perché i tulipani danno un valore aggiunto alla sua bellezza.

In città i parchi, le piazze e le aiuole sbocciano di mille colori, ma fuori dalle città è possibile ammirare lunghi filari coloratissimi, e visitare parchi con una vastissima varietà di tulipani.

Tulipani Olanda - WanderGirls italia

Tulipani Olanda - WanderGirls Italia Tulipani Olanda - WanderGirls Italia Tulipani Olanda - WanderGirls Italia

C’è da premettere che i tulipani non sono originari dell’Olanda, bensì sono stati importati dalla Turchia del XXVI secolo, ma gli olandesi hanno saputo farli propri e renderli parte della loro cultura.

I fiorai non mancano in tanti angoli delle città, nei mercati e anche nei supermercati stessi si vendono mazzi di tulipani, pronti per essere regalati in moltissime occasioni, o semplicemente per abbellire il proprio studio o salotto.

Tulipani Olanda - WanderGirls Italia

Il parco di tulipani più famoso è Keukenhof, nei pressi della cittadina di Lisse.

Il parco è aperto solo pochi mesi all’anno, da fine marzo a metà maggio, e attira più di un milione di visitatori ogni anno, con sette milioni di fiori (al massimo dello splendore) tra tulipani, giacinti, narcisi, orchidee, rose, garofani, iris, gigli e molti altri fiori.

Il prezzo all’entrata può sembrare un po’ caro (18€ gli adulti / 8€ bambini dai 4 agli 11 anni). Una volta entrati nel parco si può immaginare il perché: la manutenzione per un parco così esteso (32 ettari) e ben curato in ogni minimo dettaglio deve avere un costo sicuramente elevato.

  

Arrivarci è anche piuttosto semplice in quanto ben collegato col trasporto pubblico alle principali città olandesi; mezza giornata è sufficiente per visitarlo.

Io sono rimasta quasi sino alla chiusura perché sono rimasta estasiata dalla bellezza dei laghetti e dei canali su cui si specchiano le distese dei tulipani in fiore. I colori, i profumi la serenità che emana questo luogo sono imperdibili!

  

Ritengo di essere stata fortunata ad essere anche accompagnata dal sole per godere a pieno di questo meraviglioso parco.

È accessibile a tutti, grandi e piccini, con molti eventi durante il giorno e la presenza di vari servizi, noche’ mercatini che vendono bulbi, un negozio tipico di zoccoli olandesi ed un mulino a vento.

Ogni anno il parco ha un tema differente, nel 2018 è stato “Romance Flowers“ ovvero il Romanticismo nei fiori: tra le attività proposte, quella che mi è piaciuta maggiormente è stata la realizzazione, con l’aiuto di alcune signore olandesi, di una corona di narcisi.

Chi ama i fiori e la primavera penso sappia già quali posti segnare sull’agenda o nella Travel wishlist dell’anno prossimo!

Rispondi