Il Fondant au Chocolat francese

food - wandergirls italia

Quando ci si trasferisce in un altro Paese, una delle prime cose con cui si ha a che fare sono le diverse abitudini alimentari.

Per quanto riguarda la Francia, l’incontro con la sua cucina è stato più che piacevole, per cui sono stata ben disposta a farmi coinvolgere nei nuovi sapori e a sperimentare qualche piatto.

Una delle ricette più golose che io abbia assaggiato (e ri-ri-riassaggiato) è il Fondant au chocolat au beurre demi-sel, letteralmente “fondente al cioccolato al burro salato” (burro leggermente salato, diverso dal burro salé, che è più salato).

È una ricetta decisamente anti-provacostume e piuttosto giovane, creata solo nel 1981 dallo chef Michel Bras, ma talmente diffusa ormai, da dare l’impressione che sia sempre esistita.

Presente in quasi tutti i menu di café, brasserie e ristoranti francesi, è possibile trovarlo anche nelle boulangerie-pâtisserie, da abbinare a caffé, té e vino, rosso o bianco, purché dolce.

food - wandergirls italia

Ma veniamo al dunque! Ecco come fare il fondant au chocolat.
INGREDIENTI  (8-10 porzioni)
  • 200gr di cioccolato fondente
  • 150gr di burro demi-sel
  • 150gr di zucchero
  • 5 uova intere
  • 2 petit-suisse
PROCEDIMENTO

Preriscaldare il forno a 180°.

Amalgamare le uova e lo zucchero.

Tagliare il burro a cubetti, pestare la cioccolata e fonderli insieme al microonde oppure a bagnomaria.

Mescolare energicamente i due composti.

Aggiungere al composto ottenuto i due petit-suisse.

Versare il tutto in una teglia (precedentemente imburrata) tonda o rettangolare, ampia quanto basta per avere un composto altro 2 centimetri

Infornare per 20 minuti.

Bon appétit!

dav

QUALCHE CURIOSITÀ

In Francia esistono diversi tipi di burro:

  • cru, ottenuto da crema cruda non pastorizzata, non è a lunga conservazione;
  • fin e extrafin, prodotto a partire da crema pastorizzata, è versatile e dolce;
  • salé e demi-sel, come il precedente, ma con aggiunta di sale;
  • tartinable, ovvero spalmabile, non si indurisce in frigo;
  • allegé e léger, prodotto a partire da crema pastorizzata povera di grassi
  • sec, burro molto grasso;
  • de baratte, ottenuto tramite zangolatura, ovvero sbattimento rapido; in realtà tutto il burro prodotto con questo procedimento, ma se è specificato sulla confezione vuol dire fatto alla maniera tradizionale.

Il petit-suisse (letteralmente “piccolo svizzero”) è un formaggio fresco francese, della Normandia, a dispetto del nome, ma era svizzero il suo creatore, che lo fece per la prima volta intorno al 1850. È a base di latte di vacca, non salato, piuttosto acido, di consistenza cremosa e vellutata; si trova confezionato in piccoli vasetti di forma cilindrica.

Rispondi