Il fascino indescrivibile di Budapest

In tanti mi dicevano: “Dopo aver visitato Vienna e Praga, se andrai a Budapest ti deluderà”.

E dato che non mi piace ascoltare ciò che dice la gente e devo sempre toccare le cose con mano, posso dirvi che secondo me non è assolutamente così!

Premettendo che sia Praga che Vienna siano stupende, ho trovato in Budapest un qualcosa in più, una città affascinante che anche se visitata in pochissimi giorni, mi ha rapita.

Budapest viene chiamata “Parigi dell’Est”, dall’aria elegante e decadente, ma la sua peculiarità risiede nel fatto che sia composta da due città che si guardano l’un l’altra: Buda (la parte più antica – a Ovest) e Pest (la parte più moderna – a Est) divise dal fiume Danubio.

Ecco cosa fare, visitare, e non perdere assolutamente a Budapest:
  • Il Parlamento

Sicuramente uno tra gli edifici più simbolici della città, ma solo dal vivo ci si rende conto quanto sia grande e imponente!

La facciata principale da sul Danubio, ed è uno tra i tanti monumenti da ammirare in caso decideste di fare un giro in battello sul fiume.

È possibile visitarlo all’interno, ma è necessario prenotare i biglietti (costo: 6 euro): potete farlo a questo link.

Processed with VSCO with m5 preset

  • Chiesa di San Mattia e Bastione dei Pescatori

La chiesa di San Mattia abbaglia coi suoi mosaici colorati presenti nel tetto esterno dai colori della bandiera ungherese, e nella parte posteriore della chiesa si trova l’imponente Bastione dei Pescatori.

In stile Neogotico e Neoromanico, con le sue sette torri e tanti scorci, si affaccia su una bellissima vista sul Danubio, e da qui si possono ammirare l’Isola Margherita e Pest.

 

  • Il ponte delle Catene

Il ponte delle Catene, costruito solo alla fine del 1800, fu il primo ponte a collegare Buda e Pest.

Sino ad allora il collegamento tra le due città consisteva in un ponte mobile che veniva utilizzato solo nella bella stagione.

Dal ponte delle Catene si può raggiungere facilmente il castello in pochissimi minuti con una funicolare dal fascino retrò.

Processed with VSCO with hb2 preset

  • Il castello e la galleria nazionale

La storia del Castello di Budapest è un po’ tormentata e vi è una sovrapposizione di vari stili, ma è il simbolo storico e culturale della capitale ungherese.

Al suo interno vi sono chiese, edifici pubblici, palazzi medievali ma – soprattutto – il Museo Storico e la galleria Nazionale.

Quest’ultima occupa quattro sale del palazzo reale e ospita le opere più importanti dell’arte magiara dall’antichità fino a oggi.

La Galleria è aperta dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 18.00; per info su collezioni, mostre temporanee e prezzi d’ingresso questo è il sito ufficiale.

  • Mercato Centrale di Budapest

Vicinissimo al ponte della libertà, un altro Ponte bellissimo che collega Buda e Pest, vi è il Mercato Centrale.

Il mercato coperto è stato costruito alla fine dell’Ottocento in Stile Liberty. Con i tetti decorati in maioliche e struttura in ferro, è uno dei mercati più grandi in Europa e vi si possono trovare prodotti di ogni tipo ma in particolare tipici ungheresi.

Il piano inferiore è dedicato alla gastronomia mentre la parte superiore prettamente a souvenir e prodotti artigianali.

WhatsApp Image 2018-10-29 at 08.25.55

  • Chiesa di Santo Stefano

Situata a Pest, la Chiesa di santo Stefano è la più grande dell’Ungheria e ha al suo interno la mano destra del re Stefano I (primo re di Ungheria e poi diventato santo).

Traboccante di ori e marmi pregiati, mosaici, stucchi al suo interno, è possibile visitare la sua cupola (alla quale si può accedere con le scale o con l’ascensore) dalla quale si ha una vista su tutta la città.

Una piccola curiosità: la cupola, che raggiunge i 96 metri, pareggia in altezza il palazzo del Parlamento quasi a simboleggiare la parità tra potere “spirituale” e “temporale”.

Processed with VSCO with m5 preset

  • Bagni di Széchenji

I Bagni di Széchenji, risalenti al 1881, sono il più grande complesso termale della città; non sono le uniche terme ma di sicuro tra le più famose.

Lo stile dell’edificio è neobarocco, ed è possibile passare un intero pomeriggio a mollo nell’acqua a 38° per meno di 20 euro.

Il complesso si trova fuori dal centro città, nel parco cittadino di Városliget: 120 ettari di parco in centro città – un particolare urbanistico che da solo spiega l’elevata qualità della vita della capitale ungherese. Inoltre vi è un lago, una decina di ristoranti, il Museo delle Bambole, il Castello Vajdahunyad e lo zoo. (Raggiungibile con la metropolitana antica, linea n. 1, gialla, fermata: Széchenyi Fürdő)

In valigia non possono mancare le ciabattine e il costume, ma in caso vi scordaste, si può noleggiare l’attrezzatura all’ingresso con un costo aggiuntivo.

  • Lo spirito un po’…

In contrapposizione all’aria elegante e decadente, vi è uno spirito della città moderno, creativo, e molto vivace.

Forse un’anima un po’ hipster, o un po’ indie, direi una mescolanza di tante cose il cui risultato è qualcosa di stupefacente.

Mi sono fermata a scattare tanti dettagli, i vari murales, i negozietti vintage e semplicemente i tram!

Tutto quello che mi trasmetteva qualcosa, e che non sarei ben riuscita a spiegare a parole.

  • Ruin Pubs

Budapest è diventata piuttosto rinomata per la sua vita notturna unica e, più specificamente, per il fenomeno dei pub in rovina che sono sorti in tutta la città.

Molti edifici abbandonati sono stati rilevati e riqualificati, e ora trasformati in luoghi per la vita notturna. Il Szimpla Kert è di gran lunga il più famoso, col suo arredo eclettico e stravagante ma assolutamente affascinante, sempre con un’aria un po’ decadente e degradato ma con pezzi artistici e installazioni che danno a questo luogo un aspetto unico.

Musica variegata, alcol abbastanza economico, specchi, luci, piante, scritte sui muri, manichini, radio, adesivi, tavoli con sedie tutte diverse, vasche da bagno che diventano poltrone, pianoforti che diventano tavoli, vecchie televisioni che diventano sgabelli.

Solo entrando potrete capire quanto particolare e interessante sia l’ambiente al suo interno.

  • Viste mozzafiato

Per concludere, salite sul colle della Cittadella per guardare il tramonto.

La vista sul Danubio e su Budapest vi lascerà senza fiato!

Portatevi qualcosa da bere, rilassatevi, e godetevi la vista.

Processed with VSCO with nc preset

Penso di aver detto abbastanza, ora tocca a voi innamorarvi di questa splendida città.

Rispondi