I giardini segreti della Ville Lumière, Parigi

I parchi di parigi - WanderGirls Italia

Chi è stato a Parigi anche pochi giorni ha visitato sicuramente il giardino delle Tuileries davanti il Louvre, con la splendida vista verso la Tour Eiffel, o i Jardins de Luxembourg situati vicino il quartiere latino.

Chi è rimasto qualche giorno in più forse si è spinto fino a visitare il parco de la Villette con i suoi canali, la Cité des Sciences e la panoramica terrazza dell’edificio della Philarmonie.

Ma a Parigi si possono trovare diversi altri grandi e piccoli parchi che racchiudono veri gioielli naturalistici e architettonici.

Come per tutti i giardini il consiglio è di visitarli da maggio in poi per vivere il cambio di colori e l’inizio della primavera parigina.

Quattro di questi parchi mi hanno incantato con le loro differenze e particolarità e penso meritino davvero una visita, soprattutto per chi vuole uscire un po’ dai classici percorsi turistici.

1. Parc de Buttes-Chaumont 

2 Buttes chaumont

Nel XIX arrondissement di Parigi si trova questo parco dalla conformazione davvero originale a partire dalla sua pianta.

La vera particolarità è, però, lo sviluppo in altezza di questo parco.

Al centro si trova, infatti, un laghetto sovrastato da un’altura, con alla sommità un piccolo tempio. Una volta saliti vi troverete a godere di una splendida vista su Parigi e in particolare su Montmartre e il Sacro Cuore.

In estate poi nel parco si svolgono spesso eventi o festival musicali molto particolari.

2. Parc de Bagatelle

parc bagatelle - Parigi - WanderGirls Italia

Vicino la Fondation Louis Vuitton e al più grande Bois de Boulogne, si trova questo piccolissimo parco che è una vera sorpresa e oasi di pace ai confini del centro della città.

La cosa che forse più vi colpirà, come è successo a me, è la presenza di tantissimi pavoni che girano liberi nel parco e tra i suoi monumenti, riportandoci in alcuni scorci ad atmosfere quasi esotiche.

Il parco, fuori dagli itinerari turistici tradizionali, è poco frequentato e si può davvero godere della pace e del fresco delle zone più in ombra.

Il parco è a pagamento, ma il prezzo è davvero basso e non supera i 2 Euro.

3. Promenade Plantée (Avenue Daumesnil – vicino Place de La Bastille)

promenade plantee

Questa è stata una delle scoperte più belle di Parigi, una di quelle cose che ti permette di capire davvero di cosa è capace questa splendida città.

Si tratta della riconversione di una vecchia linea ferroviaria sopraelevata dismessa in un giardino urbano lungo tre chilometri.

Da Place de la Bastille parte questa passeggiata nel verde che permette di arrivare vicino al Bois de Vincennes.

Per la maggior parte del percorso questo giardino si sviluppa sopra degli archi e passaggi sopraelevati che permettono di vedere la città dall’alto e i palazzi circostanti da vicino.

Il rumore del traffico è attutito e sembra davvero di trovarsi altrove in alcuni tratti.

Un consiglio, questo tratto è usato per fare jogging ed essendo molto stretto è necessario state attenti ad attraversarlo per non essere “travolti” durante la passeggiata.

Dopo un ponte e un giardino più esteso il percorso cambia e si snoda tra percorsi con sottopassaggi e altri parchi più ombrosi con attrezzi per fare sport.

Percorrere questo corridoio, chiamato per un tratto anche Coulée vert (corridoio verde), è un modo davvero speciale di fare una passeggiata a Parigi che non potete davvero perdere.

4. Parc Floral

parc floral

Percorrendo tutta la Promenade Plantée si arriva al Bois de Vincennes.

Qui potrete ammirare il Castello e durante l’estate, oltre a una bella passeggiata nel bosco insieme sempre agli immancabili pavoni (ce ne sono anche di albini) ed oche, potreste assistere a grandi festival e concerti.

All’interno del Bois si trova il Parc Floral.

Anche questo è un piccolo parco che riserva molte sorprese.

È suddiviso, infatti, in diverse aeree che presentano collezioni di piante esotiche e tradizionali.  Ad esempio in uno dei padiglioni sono esposti tantissimi Bonsai, in un percorso davvero emozionante.

Ci sono anche aree per bambini e un padiglione dove sono presenti diverse specie di farfalle libere che spesso si posano sui visitatori.

Sono presenti anche diversi laghetti ed uno in particolare vi affascinerà essendo interamente ricoperto da ninfee. Anche in questo parco si svolgono spesso concerti e manifestazioni dedicate anche alla botanica.

Anche in questo caso il parco è a pagamento, ma il prezzo è davvero basso e non supera i tre Euro.

Insomma, dietro ogni angolo e dietro ogni albero, è il caso di dirlo, Parigi si mostra sempre diversa.

Questo suo eclettismo a volte sfugge se la si percorre velocemente, ma se si osserva da veri viaggiatori si trova sempre qualcosa di nuovo e pronto a lasciarci piacevolmente stupiti.

Rispondi