È l’Irlanda l’unico paese dell’Amor!

Tra Galway Girl, tramonti e folletti, ecco perché visitare l’Irlanda a San Valentino.

She played the fiddle in an Irish band / But she fell in love with an English man

Lo canta Ed Sheraan in Galway Girl, lo narrano le leggende e lo raccontano i poeti e gli scrittori: l’Irlanda è un paese da veri romanticoni!

È qui che l’amore saltella tra i prati con i folletti, si tuffa in una scura Guinness a ritmo di musica ed echeggia tra le scogliere.

Come dite? San Valentino mi ha dato alla testa?

Forse sì o forse no, c’è solo un modo per scoprirlo: parlandovi delle storie d’amore più celebri del folklore irlandese.

E allora mettetevi comodi, chiudete gli occhi ed immaginatevi di fronte al fuoco scoppiettante di una casa sulla scogliera più alta, con l’anziano del villaggio che racconta una storia.

C’era una volta
  • Il Gigante Finn McCool, follemente innamorato di una gigantessa che viveva sull’isola scozzese di Staff.

Il galante Finn, per portare la sua bella nella sua amata Irlanda, costruì un percorso che unisse le due isole, meglio noto come Giant’s Causeway. Ovviamente di leggende che riguardano questa incredibile costruzione di rocce ce ne sono moltissime, ma questa è senza dubbio la più romantica.

dig

  • Il Leprecauno Coll perdutamente innamorato di Áine, una fata maligna.

Mentre i due stavano parlando, la regina delle fate cattive apparve e trasformò Aine in una gazza.

Coll, disperato, chiese aiuto alla regina delle fate protettive, la quale promise di aiutarlo, a patto che il Leprecauno riuscisse a trovare, guidato dal suo cuore, la sua amata e la tenesse tra le mani.

Così successe: Coll, guidato dal battito del suo cuore, trovò Aine su di un tronco, la prese tra le mani e le dichiarò il suo amore, trasformandola nuovamente in fata.

  • Gráinne, che, fidanzata con il vecchio Fionn MacColl, si innamorò di Diarmuid, il suo più valido guerriero.

La coppia, conscia del fatto che non avrebbe mai potuto vivere il proprio amore alla luce del sole, fuggì e fuggì, inseguita dall’arrabbiatissimo Fionn.

Poco prima di essere raggiunto, Diarmuid, venne ferito a morte nel tentativo di proteggere la sua amata dall’attacco di un cinghiale selvatico. E chi lo dice che questa sia solo una leggenda?

L’Irlanda stessa ne è testimone, con la Caverna di Diarmuid e Gráinne nella Contea di Sligo – l’ultimo nascondiglio della coppia – e i dolmen nella contea di Clare, conosciuti come “leaba Dhiarmada agus Gráinne” o letti degli amanti.

  • Il Claddagh l’anello celtico simbolo dell’amore per eccellenza e dall’evocativo design – due mani che racchiudono un cuore – pare sia nato in un villaggio di pescatori sulla baia di Galway.

Lo sapevate che, a seconda di come viene indossato, ha significati diversi? Prima del matrimonio o del fidanzamento portatelo sulla mano destra: con il cuore rivolto verso l’esterno se siete single, ma in cerca dell’anima gemella, e con il cuore rivolto verso di voi, se state uscendo con qualcuno. Se, invece, il Claddagh è il vostro anello di fidanzamento, dovreste indossarlo a sinistra, con il cuore rivolto verso l’esterno se siete promesse, oppure rivolto verso l’interno se siete sposate.

  • Mitchell Henry e la sua sposa Margaret Vaughan, che, in luna di miele a Connemara, si innamorano dell’Irlanda.

Qui decisero di farvi costruire un castello, dove vissero per ben dieci anni, fino a quando la povera Margaret non contrasse una letale febbre.

Il marito, straziato dal dolore, decise di costruire in suo onore, uno dei più begli edifici d’Irlanda: l’Abbazia di Kilmore.

irlanda - WanderGirls italia

  • San Valentino, ebbene sì, proprio lui, il santo degli innamorati… lo sapete che è sepolto proprio a Dublino?

Alcuni dicono sia patrono dell’Amore perché fece far pace ad una coppia che stava litigando, facendo volare intorno a loro numerose coppie di piccioni che si scambiavano dolci gesti d’affetto (piccioncini…) Secondo altri, invece, unì in matrimonio la giovane cristiana Serapia e il centurione romano Sabino, unione osteggiata da entrambe le famiglie. Qualunque sia la ragione non ha importanza, se il luogo di riposo di San Valentino è proprio la capitale irlandese, un motivo ci sarà!

“Con questo articolo partecipo al concorso #unblogalmese del mese di febbraio 2019 indetto dal blog Trippando

Rispondi