Alla scoperta della Nuova Zelanda… a colori!

a wander girl - nuova zelanda
Vado in Nuova Zelanda per lavoro e subito me ne innamoro.

La Nuova Zelanda mi stupisce e, in per certi versi, mi ricorda casa.

Per la prima volta dopo tanto tempo sono stupita e affascinata da qualcosa. In questo caso questo “qualcosa” è rappresentato dai colori della Nuova Zelanda ed, in particolare, dell’Isola del Nord, tappa di questo mio viaggio.

Andiamo, allora, alla scoperta della Nuova Zelanda attraverso i suoi colori!

  • VERDE

Nell’Isola del Nord la vegetazione dominante è la foresta – appunto – sempreverde, ad eccezione dell’altopiano vulcanico dove predomina  la prateria. La costa occidentale dell’Isola del Sud comprende alcune delle estensioni più vaste di foresta mista indigena.

La Nuova Zelanda, insomma, è verdissima. Prima dell’arrivo dell’uomo, la Nuova Zelanda era quasi completamente coperta da boschi selvaggi. Tuttora la natura la fa da padrona. La presenza umana è concentrata nelle grandi città; per il resto vince il verde della vegetazione… a mani basse.

Contemplata dal cielo, il paese contrasta fortemente con il continente australiano caratterizzato  dalla siccità e dai tanti animali velenosi che la popolano.

Non me ne voglia la mia cara Australia, ma la Nuova Zelanda è davvero un’altra cosa. La Nuova Zelanda è più accogliente, non ci sono storie!
  • BIANCO

La Nuova Zelanda offre dei meraviglio spettacoli naturali, tra i quali le bellissime cascate.

Ecco la mia selezione:

Le cascate di Bridal Val

Situate a  circa 15 minuti dalla cittadina di Raglan, le cascate di Bridal Val sono raggiungibili attraverso una facile camminata di circa dieci minuti sul sentiero che costeggia il fiume Pakoka e puo’ essere ammirata da tre punti scenici.

Le Cascate Huka

Molto diverse ,  piu’ maestoese e – decisamente – piu’ turistiche delle precedenti, le Huka Falls godono di un fascino indescrivibile e sono situate nel  Wairakei Tourist Park, a cinque minuti dal centro di Taupo.

Potete raggiungere le Haka Falls a piedi o in bicicletta attraverso uno dei numerosi trail della zona che attraversano anche lo Spa Thermal Park.

Se siete pigri, sappiate che le cascate Hake si possono raggiungere anche comodamente in macchina.

  • AZZURRO

L’azzurro del Lago Taupo vi lascera’ senza fiato!

Il Lago Taupo attira ogni anno circa due milioni di visitatori, si trova nell’isola settentrionale della Nuova Zelanda e si e’ formato nel cratere del vulcano Taupo, appunto.

La zona del Lago Taupo e’ meta preferita per gli appassionati di sport di tutto il mondo.  Numerose sono le attivita’ che potrete svolgere, partendo da una semplice biciclettata lungo lago fino a partecipare ad un piu’ impegnativo  IronMan. Taupo e’, infatti, sede di IronMan New Zealand da ormai piu’ di trent’anni e attrae atleti da ogni parte del mondo.

Sul lato nord ovest del lago Taupo potrete, inoltre,  visitare la Maori Rock Carving presso la baia Mine. Si tratta di una scultura Maori volta a proteggere il lago dalle eventuali attivita’ vulcaniche sotterranee.

La Māori rock carving e’, pero’, raggiungibile solamente via barca o kayak.

Insomma, se non siete sportivi la Nuova Zelanda vi mettera’ alla prova!

  • GRIGIO

Il grigio dei tanti parchi termali di Rotorua frutto dell’attività vulcanica della zona.

Rotorua è parte della Taupo Volcanic One, una distesa zona geotermale che si estende da White Island fino a monte Mt Ruapehu. Rotorua è costellata da laghi formati nei crateri vulcanici, geyser in ogni angolo  bagni di fango bubbolino, fumarole e un discreto odore termale.

Rotorua attrae visitatori dal 1800 e molti sono i parchi visibili sia gratuitamente come Kuirau Park e Sulphur Point sia le attività a pagamento che comprendono oltre ad una visita a geyser e hot Springs anche bagni rilassanti, nonché purificanti nel fango, come  Wai-O-Tapu,  Hell’s Gate (Tikitere), 

  • NERO

A pochi chilometri a ovest da Hamilton nella regione del Waikato ecco Raglan con la sua costa di sabbia nera, nonché mecca di tanti surfisti con le sue spiagge Manu Bay and Whale Bay.

La sabbia delle spiagge di Raglan ottiene questa sua colorazione nera dall’alta presenza di ferro – in particolare titanomanetite (ma non chiedetemi altro, vi prego!) – presente nella sabbia stessa.

A Raglan non perdetevi un Fish & Chips da Raglan Fish, un caratteristico locale situato al molo di Raglan con una vista  stupenda ed un’atmosfera rilassante… oltre a del buonissimo pesce da gustare in compagnia dei numerosi gabbiani.

E non dimentichiamo il nero degli All Blacks , la squadra nazionale di Rugby, simbolo della Nuova Zelanda. Vedere una partita di rugby in Nuova Zelanda e’ uno dei must; ma vedere gli All Blacks e’ da pelle d’oca. Provare per credere!

In conclusione, alcuni consigli in breve:
  • Noleggiate una macchina e, dove possibile una bella mountain bike, per  godervi al meglio  il paesaggio incontaminato neozelandese. Tra un campo e l’altro farete sicuramente amicizia con un numero esagerato di mucche e pecore.
  • Atterrerete sicuramente ad Auckland. Bene: una visita veloce alla città che non ha niente di speciale e poi via… alla scoperta della vera Nuova Zelanda.
  • Non dimenticate di comprate un capo di abbigliamento in lana Merino (e poi non dimenticatelo in macchina, come ho fatto io!).
  • Acquistate miele di Manuka. No beh, non conoscete il miele di Manuka?
  • Non perdetevi per nulla al mondo le meraviglie del Lago Taupo.
  • Fatevi una bella cenetta da The Branty a Taupo.
  • Ricordate di scarpe da trekking per non perdervi la possibilita’ di esplorare.
La Nuova Zelanda è, davvero, uno dei posti più belli al mondo. Non c’è ombra di dubbio.

E non vedo l’ora di visitare anche l’Isola del Sud, a detta di molti, piu’ affascinante e selvaggia dell’Isola del Nord… qualcuno di voi c’e’ mai stato?

Rispondi